Che cos’è Bitcoin?

Voi siete qui, adesso, a leggere le mie parole, per conoscere la risposta alla fatidica domanda:

 

Che cos’è BITCOIN?

 

Avrò risposto a questo quesito migliaia di volte. Ad essere sincero, non sono mai riuscito a dare una singola risposta, uguale per ogni tentativo. Forse perché Bitcoin non può essere descritto con una parola sola, con una frase o con un blocco di testo precompilato. Bitcoin non può essere descritto con un aggettivo. Ne servirebbero centinaia e mai nessuno di essi sarebbe in grado di rendergli giustizia.

 

Bitcoin è LIBERTÀ. Bitcoin è DEMOCRAZIA. Bitcoin è DECENTRALIZZAZIONE.

 

Ho scelto questi 3 vocaboli, quelli che sono, a mio avviso, i più consoni per cominciare.

 

Bitcoin è una criptovaluta. Anzi, mi correggo. Bitcoin è LA criptovaluta. La prima del suo genere, quella che ha dato il via all’inizio di una rivoluzione, nata nel 2008 durante una delle più sconvolgenti crisi finanziarie, creata da un individuo (o gruppo di individui) sotto lo pseudonimo di SATOSHI NAKAMOTO.

 

L’obiettivo di Satoshi? Creare uno strumento per metterlo a disposizione delle persone. Strumento è una parola che può racchiudere più significati ed è abbastanza vaga utilizzata in questa circostanza. Penso però che sia la più appropriata.

 

La maggior parte delle persone pensa che Bitcoin sia solo una moneta, altre, invece, pensano che sia un asset speculativo. Questi individui, ahimè, hanno fallito. Non sono riusciti a comprendere il funzionamento di Bitcoin e non hanno voluto dedicare neanche un minimo di tempo necessario per trovare risposte alle proprie domande. A causa della loro pigrizia e dei loro scetticismi verso i cambiamenti, proprio come successe pochi anni fa con internet, essi rimarranno tagliati fuori da quella che sarà, a mio avviso, la rivoluzione più importante del 21esimo secolo.

 

Bitcoin è un protocollo. Questo è un termine troppo informatico e per molti può risultare difficile da comprendere. Bitcoin nasce dai nerd, dai geek, dal cypherpunk, dagli informatici, dai “secchioni” che hanno passato la maggior parte della loro vita a scrivere codice su codice: I PROGRAMMATORI. Non sono sicuramente i più adatti a spiegare questa tecnologia in quanto utilizzano un linguaggio troppo tecnico, non adatto al 99% della popolazione attuale.

 

Io non sono un programmatore. Vorrei saper scrivere codice e creare realtà online, ma non ne sono in grado perché non ho una formazione tale che me lo permette, oggi. (Ho cominciato a studiare programmazione, ma questa è un’altra storia).

 

Chi sono io?

 

Mi chiamo Alessio Ferraro, aka AlexFer33 aka AL3XF3R. Ho 26 anni, appena compiuti, e sono online dal 2003, dall’età di 10 anni.

 

Feci il primo acquisto online nel 2004. Acquistai un paio di Adidas da basket (quelle di Tracy McGrady, ai tempi militava negli Houston Rockets, nella NBA, qualcuno lo ricorderà) e la mia famiglia, di origini meridionali, mi prese per pazzo. 

 

Ero già iscritto ai primi social network (MySpace, giusto per citarne uno). Mi iscrissi a Facebook nel lontano 2007 (lontano si fa per dire) per giocare a Pet Society, un gioco in cui bisognava curare animali a 4 zampe virtuali, nutrirli, farli interagire con altri.

 

Non sono di certo un nerd, però sono cresciuto online. Anche se offline ho sempre lavorato (lavori manuali) e studiato (sono diplomato in istituto tecnico commerciale/informatico), penso di essere la persona giusta per spiegare ai neofiti, alle persone più grandi e a tutti quelli ancora estranei a questo mondo che cos’è Bitcoin.

 

GRAZIE per essere qui e per aver riposto fiducia in me, farò del mio meglio per dissetare la vostra sete di conoscenza.

 

3…  2… 1…

 

BITCOIN è un protocollo open source che permette agli individui di scambiarsi valore grazie ad una rete decentralizzata priva di qualsiasi autorità o ente che ne governi il funzionamento. Su questo protocollo è stata sviluppata bitcoin, la prima CRIPTOVALUTA per importanza, utilizzo ed età. Rilasciato alla fine del 2008 a seguito di una delle più disastrose crisi finanziarie di sempre, il protocollo Bitcoin si basa su un algoritmo che permette l’eliminazione degli intermediari sviluppando, pertanto, una rete P2P (peer-to-peer, da pari a pari).

 

Una delle incredibili innovazioni alla base di questo nuovo strumento si chiama BLOCKCHAIN. Essa rappresenta il registro distribuito ove tutte le transazioni vengono memorizzate e condivise all’intero network. Tramite un procedimento chiamato MINING, i MINER, volontari che hanno deciso di mettere a disposizione le proprie risorse informatiche per rendere sicuro il network, validano le transazioni di tutti gli utenti e vengono ricompensati con nuovi bitcoin per il lavoro svolto. 

 

Tramite la crittografia tutti i dati memorizzati sulla Blockchain vengono criptati in modo da proteggere la privacy e renderne indecifrabile il contenuto. Bitcoin viene pertanto definito PSEUDOANONIMO in quanto le persone che lo utilizzano non rilasciano le loro credenziali, nome e cognome, come avviene per le transazioni finanziarie tramite gli strumenti bancari tradizionali. Per gestire i propri bitcoin occorre un WALLET (portafogli), un insieme di codici criptati che tramite un’applicazione ci permette di ricevere, inviare e conservare le nostre monete.

 

Bitcoin rappresenta la vera essenza della decentralizzazione. Non vi è una terza parte che garantisce il servizio o che agisce da intermediaria per lo svolgimento delle operazioni. Senza un organo centrale, Bitcoin non può essere controllato, gestito, ne tantomeno eliminato.

 

Bitcoin è questo e molto di più. 

 

Allaccia le cinture. Il viaggio verso la luna è appena iniziato. 

 

Theme song: Fabri Fibra ft. Mahmood – LUNA

Approfondimenti

Differenza tra Bitcoin e bitcoin. La lettera B, a seconda di come viene scritta all’inizio del termine bitcoin, è determinante per comprendere di cosa si parla: nel primo caso, il termine Bitcoin (B maiuscola) indica il protocollo, la tecnologia, l’intero ecosistema; bitcoin (b minuscola) è invece la rappresentazione di valore digitale che gli utenti possono scambiare, conservare, gestire, nella più totale autonomia.

Risorse utili

Il Whitepaper di Satoshi Nakamoto: il documento che spiega il funzionamento di Bitcoin



Add a comment